HABITAT


Sono cresciuta in un paesino tra le montagne della Valle d’Aosta, abbandonata nella quiete del bosco, ho trascorso molto tempo ad esplorare libera una realtà tutta al naturale.

Da quando vivo in città, ne avverto una forte mancanza.

Respiro ad un ritmo diverso attorniata dal cemento e dal frastuono delle strade, qui è più difficoltoso trovare l'equilibrio, l'intesa, l'unione.

Ripensando alla mia valle, percepisco un’attrazione contrastante verso questo luogo che un po’ mi calamita ma che più spesso ho respinto.

Un sentimento di amore-odio per quelle montagne, confini che tanto mi hanno protetta quanto imprigionata per via dell’imponenza fisica e per l’impossibilità di vedere l’orizzonte oltre ad esse. Ma le sensazioni benefiche scaturite dall’ambiente circostante sono un’altra questione. Ripenso all'odore del bosco... Solo ora ne riscopro il dono ed il richiamo alla mia terra si fa sempre più viscerale.

E’ il luogo da cui provengo e a cui sento di appartenere.

Certi luoghi piantano radici così salde dentro di noi da diventare parte integrante della scenografia d’intorno delle nostre esistenze.

L’intento della mia indagine è volto alla ricerca di una ri-connessione con la mia terra natia, m’immergo in essa, nel tentativo di divenirne parte, per accettazione e gratitudine.

A piedi nudi posso sentire la connessione con la Terra, da questo contatto l’elettricità si propaga in tutto il mio corpo. La Terra è una fonte naturale di elettroni e campi elettrici sottili. Questa virtuale “trasfusione” ha potere di guarigione e subito mi riconosco stabile, forte e radicata.

C’è qualcosa di estremamente liberatorio nello spogliarsi in mezzo al paesaggio. Mi sento osservata dagli occhi della natura, essa è viva intorno a me. Gli alberi mi avvolgono, la terra mi accoglie. Sento di farne parte.

Sono selvaggia e all’origine primordiale voglio ritornare.

Come un germoglio, che dal profondo dell’oscurità risale in superficie, dove trova luce e nutrimento, così io abbandono il superfluo ed assorbo le energie della Terra, mi radico.

Il legame con Madre Natura è lo spirito di questo luogo e mi trasmette l’energia vitale.


Questa è la mia dichiarazione di rinascita: la libertà verso la propria natura.

Open
37
Valsavarenche, 2017

37 

Valsavarenche, 2017

Open

La spiaggia emersa

Valsavarenche, 2017

Open

L'animale che mi porto dentro

Valsavarenche, 2018

Open

Vestita d'autunno

Ottobre, 2017

Close
Using Format